News
News

Patronato

Chi siamo

Il Patronato è un ente di Diritto Privato che svolge un servizio di pubblica utilità ai sensi della legge 152 del 2001
 

Il patronato  è un ente privato che svolge un servizio pubblico. Nato per garantire tutela e consulenza a lavoratori, pensionati e cittadini per qualsiasi prestazione in materia di sicurezza sociale, immigrazione ed emigrazione.

Come ottenere la pensione? Come accedere alle prestazioni mediche e di assistenza sociale? Il patronato Inpas, presente in tutte le provincie italiane, risponde gratuitamente alle tue domande e ti assiste con i propri medici, avvocati convenzionati e collaboratori volontari.

Diffusione della conoscenza della legislazione. Promozione della sicurezza sociale. Informazione su mercato del lavoro, risparmio previdenziale e diritto di famiglia. 

Il Patronato tratta tra l'altro pratiche con pubbliche amministrazioni e istituzioni private, e può stipulare convenzioni con centri di assistenza fiscale già costituiti.

 

Cosa facciamo

Il Patronato svolge gratuitamente la sua attività per tutte le esigenze dei suoi assistiti

Il patronato ti offre assistenza e consulenza per ogni esigenza previdenziale. Dalla verifica della posizione assicurativa alla richiesta di ricongiunzione, i nostri uffici ti aiuteranno con le pratiche presso i maggiori istituti del settore (Inps, Inail ecc.), valutando e allineando per te i periodi contributivi più diversi, soprattutto alla luce dei recenti cambiamenti nel mondo del lavoro.

Lavoratori dipendenti e autonomi, pensionati, cittadini italiani, stranieri e apolidi e loro superstiti: il patronato Inpas si rivolge a tutte queste categorie.

I nostri operatori seguiranno in modo serio, affidabile e professionale le tue pratiche per:

  • Pensione di vecchiaia, inabilità, invalidità, reversibilità, anticipata
  • Pensione con stati esteri in convenzione internazionale
  • Indennità di malattia, maternità, disoccupazione e accompagnamento
  • Verifica della posizione assicurativa e contributiva
  • Ricongiunzione, ricostituzione e totalizzazione
  • Riscatto di periodi assicurativi e contributivi
  • Supplementi di pensione e pensioni supplementari
  • Costituzione della posizione assicurativa
  • Accredito di periodi figurativi
  • Ratei maturati e non riscossi
  • Autorizzazione ai versamenti volontari
  • Deleghe e trasferimenti di pensione presso uffici postali e banche
  • Assegno al nucleo famigliare
  • Infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Informazione e assistenza ai giovani studenti universitari
  • Cure balneo-termali
  • Interventi verso servizi sociali previsti da leggi regionali e nazionali

 

Sportello Antimobbing

Centro Antimobbing -

Il mobbing è la vessazione psicologica sul posto di lavoro da parte di colleghi e superiori. Provoca malattie e disordini post-traumatici da stress.

Il Centro Antimobbing aiuta gratuitamentelavoratori del settore pubblico e privatoin tutta Italia. Dal 2005 ha accolto centinaia di vittime di vessazioni sul lavoro e promosso la conoscenza del mobbing attraversodibattiti e convegni con i maggiori esperti.

La vittima è sempre il soggetto più debole, discriminato per ideologia, religione, etnia, cultura, sesso o età. Attaccato, minacciato e aggredito da una o più persone, crolla psichicamente, abbandonando il lavoro temporaneamente (malattia) o permanentemente (licenziamento).

Il Centro offre uno sportello per l’ascolto di chi pensa di essere mobbizzato e una consulenza su tutti gli aspetti del problema, tramite

  • un primo colloquio, che accerta le reali condizioni lavorative;
  • un secondo colloquio, che misura il livello di stress e le risorse della persona per affrontare il problema;
  • alcune strategie per risolvere il problemadirettamente sul posto di lavoro (l’azione legale è l’ultima strada).

Inoltre, per combattere preventivamente le discriminazioni sul lavoro, il Centro cerca di migliorare la cultura del lavoro attraverso:

  • interventi nelle scuole su bullismo e comportamenti violenti che possono preludere ad azioni mobbizzanti sul lavoro;
  • test per i lavoratori di un settore a rischio di mobbing della Pubblica Amministrazione;
  • collaborazione con la Consigliera di Parità dal 2005;
  • convegni sulle problematiche lavorative attuali (mobbingstrainingstalking, stress psicosociale).

 

Sportello Servizio Civile

Il Servizio Civile Nazionale consente a giovani di concorrere alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari, favorendo la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale

 Il Servizio Civile Nazionale è un modo di difendere la patria. Con la solidarietà, anziché con le armi, e con la condivisione dei valori che fondano la democrazia.

Un’opportunità di dedicare un anno della propria vita all’assistenza delle fasce più deboli. Un’occasione unica dicrescita personale e di educazione alla cittadinanza attiva.

Possono partecipare tutti i cittadini italiani tra i 18 ed i 28 anni d’età. I settori? Assistenzaeducazione,protezione civileambientepatrimonio artistico e culturale.

I periodi di servizio prestato dal 15 luglio 1998 al 31 dicembre 2005 sono accreditati figurativamente, come il servizio militare obbligatorio. Mentre, per i periodi dal 1 gennaio 2006, le somme percepite dai volontari rientrano tra i redditi di collaborazione coordinata e continuativa. È quindi previsto il versamento contributivo nella gestione separata Inps.

Il contributo dovuto dal volontario, invece, è interamente a carico del Fondo nazionale per il servizio civile. Nessuna trattenuta, quindi, per il collaboratore.

La normativa di riferimento è disponibile sul sito del Ufficio Nazionale per il Servizio Civile www.serviziocivile.it.


Sportello Unico Immigrazione

Con la firma dei Protocolli di Intesa, il 28 dicembre 2006 e il 16 novembre 2007, anche al nostro Istituto è stata riconosciuta dall’Amministrazione Pubblica la funzione di consulenza e assistenza a favore dei cittadini stranieri

 
Semplificare il rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno. Ecco perchél’Amministrazione Pubblica si affida al Patronato per la consulenza e l’assistenza ai cittadini stranieri.

Con i Protocolli di Intesa (28 dicembre 2006 e 16 novembre 2007) il nostro Istituto affianca il Ministero dell’Interno nella compilazione delle domande di immigrazione e nella preparazione della relativa documentazione.

Per rinnovare il permesso, non occorre più passare per l’invio di domanda e documentazione ai Commissari di Polizia competenti. Basta andare in una delle nostre sedi. Qui grazie al Portale Immigrazione online, sviluppato dal Ministero dell’Interno con Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Poste Italiane e i patronati, i nostri operatori si occupano di tutta la procedura.

Attraverso il Dipartimento di pubblica sicurezza, infatti, l’Inpas coopera con le questure territoriali, che verificano esattezza e completezza della documentazione inviata e comunicano al cittadino immigrato quando presentarsi in questura per la fotografia e le impronte digitali.

 

 

I principali aggiornamenti

Danno Biologico 2019, L'Inail aggiorna la tabella per gli indennizzi (Tue, 15 Oct 2019)
danno-biologico-2019-aggiornata-la-tabella-per-gli-indennizzi-inail-87676786 Via libera dell'Inail alla nuova «tabella indennizzo danno biologico in capitale», in attuazione ...
>> Continua a leggere

Pensioni, Il Governo studia nuove finestre di uscita per la quota 100 (Tue, 15 Oct 2019)
pensioni-il-governo-studia-nuove-finestre-di-uscita-per-la-quota-100-54343424 Palazzo Chigi darà oggi il via libera allo schema della manovra economica per ...
>> Continua a leggere

Pubblicato il bando di concorso del programma ITACA 2020-2021 (Tue, 15 Oct 2019)
>> Continua a leggere

INPS per tutti: parte il progetto per l’integrazione sociale (Mon, 14 Oct 2019)
>> Continua a leggere

Pensioni: applicazione aliquota maggiore e rinuncia detrazioni 2020 (Fri, 11 Oct 2019)
>> Continua a leggere

Sisma 2016-2017: rateizzazione dei contributi sospesi (Thu, 10 Oct 2019)
>> Continua a leggere

Sgravio contributivo sui premi 2013: ricalcolato il tetto retributivo (Wed, 09 Oct 2019)
>> Continua a leggere

 Le nostre Sedi:

 MONTEVERDE NUOVO:

 Via Ferdinando PALASCIANO ,10 - 00151 - ROMA -

Tel. 06/58232007

MONTEVERDE VECCHIO.

 Via Felice CAVALLOTTI 125

00152 - ROMA
Tel. 06/89012246

ROMA TESTACCIO:

 P.zza S.Maria Liberatrice 38

 00163 - ROMA

TIBURTINA:

Largo Camasena 18

00159 ROMA

Tel.34994991781

VITERBO

Via Istria, 63

01100 - Viterbo

Tel.0761/972437

CEPRANO:

Via Don Luigi Catelli, snc

03024 CEPRANO (FR)

ANGRI (SA):

Via Madonna delle Grazie,81

84012 - ANGRI (SA)

Tel. 335/6983354

LEGNANO (MI)

Via Cavour 21

Tel.345/9071084

MODENA:

V.le Medaglie d'Oro, 48/A

41124 MODENA

Tel. 059/2153316

TORINO:

Via San Donato, 40/bis

10144 TORINO

Tel. 011/7680471

RAGUSA:

Via Ugo La Malfa, 40

97100 RAGUSA

Tel. 338/5800461